Primo corso EUPATI in Italia

Venerdì 27 ottobre si è tenuto il primo corso italiano di EUPATI, l'Accademia dei Pazienti europea. Per Diabete Forum hanno partecipato Gemma Bearzotti, tesoriere e membro della Federazione Toscana Diabete, il presidente Stefano Nervo e Riccardo Trentin esponente di Diabete Forum in Sardegna.

Le tematiche hanno riguardato i processi di ideazione, sviluppo, verifica e messa in commercio dei farmaci. Contiamo di poter replicare l'esperienza e portarla al maggior numero di volontari delle Associazioni. Vi terremo aggiornati.

Approvati i nuovi LEA

Il 18 marzo scorso sono stati approvati i nuovi LEA. Si tratta di una importantissima novità per chi convive ogni giorno con una malattia cronica e in particolare, prevede alcune interessanti novità per le persone con diabete.

Tutte le regioni e le provincie autonome sono tenute all'adeguamento della propria organizzazione col fine di raggiungere quanto prima il rispetto delle novità inserite nel documento.

Prosegui

Chrodis PLUS

Dopo il progetto europeo Chrodis, è ai nastri di partenza il progetto Chrodis +, naturale proseguimento del primo.

Chrodis è un progetto europeo a cui partecipa Diabete Forum tramite l'Istituto Superiore di Sanità. Il primo Chrodis ha portato alla creazione di un documento contenente gli elementi da valutare per poter considerare "ben costruita" una qualsiasi azione sul diabete sia essa formativa verso i pazienti o verso i clinici oppure un'attività di screening della popolazione.

Chrodis + si propone ora di individuare le modalità attraverso cui è possibile condividere le migliori pratiche sviluppate per qualsiasi tematica.

Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito dell'iniziativa cliccando qui.

Eletto il nuovo consiglio direttivo

Sarà l'ingegnere bolzanino Stefano Nervo a guidare per il prossimo triennio il direttivo nazionale di
Diabete Forum: 38 anni, diabete tipo 1, è il più giovane Presidente nazionale della storia del diabete in
Italia. Diabete Forum domenica ha festeggiato a Bologna i dieci anni di vita e si appresta a conquistare
nuovi importanti obiettivi al fine di migliorare sempre più la vita sociale dei pazienti diabetici.

Prosegui