Diabete Italia: nuove nomine

|
Scritto da Amministratore Diabete Forum

Rinnovato il Comitato di Coordinamento di Diabete Italia Onlus, l’associazione che riunisce sotto lo stesso tetto diverse realtà impegnate nel mondo della diabetologia, dalle Associazioni di Volontariato delle persone con diabete e dei genitori di bambini e ragazzi con diabete, a Società Scientifiche che operano nel settore. Nella riunione del 7 aprile scorso tenutasi a Roma sono stati eletti i nuovi vertici: a presiedere il nuovo Comitato di Coordinamento la Dr.ssa Concetta Suraci, rappresentante di AMD (Associazione Medici Diabetologici) che prende il posto dell’Ing. Giovanni Lamenza e guiderà l’associazione per i prossimi due anni. Al suo fianco la neo vicepresidente Dr.ssa Rita Lidia Stara di Diabete Forum.

Riconfermati invece gli incarichi di tesoriere per il Dr. Antimo Aiello di AMD e di segretario per l’avv. Stefano Turra di ANIAD (Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici). Il comitato, in base al nuovo statuto, risulta arricchito rispetto al precedente di un doppio delegato SIEDP (Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica) e un doppio delegato OSDI (Operatori Sanitari in Diabetologia Italiani). Tra i volti nuovi nel Comitato il presidente di Diabete Forum, Ing. Stefano Nervo, il Dr. Giorgio Cesari per AGDI (Coordinamento Associazioni Italiane Giovani con Diabete), la Dr.ssa Elisa Levis dell’OSDI e il Prof. Dario Iafusco e la Dr.ssa Ivana Rabbone per SIEDP. Riconfermati infine il Dr. Francesco Chiaramonte di AMD, l’Avv. Gemma Bearzotti di Diabete Forum, la Dr.ssa Tiziana Buriola di AGDI, la Dr.ssa Roberta Chiandetti di OSDI e il Dr. Gerardo Medea di SIMG (Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie). Confermata anche la dott.ssa Mara Roncaglia per l’Ufficio di Segreteria Nazionale. La riunione è stata anche l’occasione per fare il punto sulle prossime iniziative in tema di prevenzione, di equità di accesso alle cure e di miglioramento dell’assistenza diabetologica. E’ inoltre emersa la volontà di un rinnovato impegno al fine di rendere Diabete Italia un interlocutore più autorevole e rappresentativo nei confronti delle Istituzioni sia a livello locale, che nazionale.